Il coordinatore del CEC si presenta

Ho 37 anni e sono originario di Latina. Ho conseguito i miei titoli accademici a Roma. Due presso la Sapienza Università di Roma: una Laurea in Storia medievale, moderna e contemporanea con una tesi su Angelo Rocca, il fondatore della biblioteca Angelica e una Magistrale in Linguistica con una tesi sull’onomastica greco latina su epigrafi bilingui greco-aramaiche.

Gli anni dell’università sono stati anni di crescita culturale e personale. Ho vissuto la Capitale amandone tutti gli aspetti, compresi quelli più alienanti. Il traffico, la cultura (il Biblico è la biblioteca più bella del mondo), l’arte, le amicizie, i corsi di inglese gratis, dove conoscevi le ragazze straniere a cui spiegavi in un inglese improponibile il Fori de Roma Capoccia. Alla fine del semestre sapevi qualcosa in più dell’arte repubblicana, mentre con l’inglese stavi ancora ancora ai difettivi.

Ho studiato anche all’estero, Ho vinto una borsa di studio dall’Ambasciata d’Israele a Roma per un percorso di studi ad Heifa, anche la Sapienza mi ha conferito una scholarship per perfezionare la mia preparazione sulle lingue del Vicino Oriente Antico presso il prestigioso istituto del College de France.

Poi recentemente, già attivo nel mondo del lavoro, ho ripreso le sudate carte per intrapraprendere un ulteriore percorso universitario presso la Facoltà Valdese di Teologia conseguendo il titolo di Laurea in Scienze Bibliche e Teologiche con una tesi in Corridoi Umanitari tra diaconia e strategie politiche. Ospitalità come teologia. L’intenzione era verificare la scelta di diventare valdese, ma poi ho scoperto la passione per la dogmatica per l’analisi esegetica di un corpus chiuso, la storia della Chiesa in Italia pars evangelica. Ero abituato a leggere testi antichi, ma la Bibbia si è rivelata una sfida unica nel suo genere, abitata da 2000 anni riflessioni imperdibili.

Ho lavorato 6 anni per STUDIUM srl a Socio Unico (il marchio italiano conosciuto con il nome di CEPU), ricoprendo anche ruoli di responsabilità nella sede più grande di Milano e con supervisione sull’area Italia2, grossomodo la regione Lombardia. E prima di allora ho diretto l’hotel tre stelle “La locanda del Cavaliere” ad Aprilia. Esperienze che mi hanno conferito le necessarie soft skill per imparare a gestire organizzazioni integrate ad alto livello di loquacità come un Centro Culturale.

Un’opportunità rara per un prof delle medie di italiano, storia e geografia. Una possibilità che ho accolto con entusiasmo esaminado ogni cosa e trattenendo il bene.

Ho poi lavorato con università in Italia, in Francia e a Colonia. Tra le esperienze, le più recento e inaspettate, ancorché affascianti sono quelle che mi ha messo in contatto con i linguaggi contemporanei della religione (una ricerca con Confronti sui luoghi di culto in Lombardia e una con il ministero degli Esteri sulle religioni al tempo del Covid-19).

Ora servo il Signore Gesù e la Chiesa presso il Sondrio CEC!

MIlano – Sondrio no stop