Qohelet Letture ecumeniche

Presso il nostro Centro, venerdì 22 e 29 maggio e 5 giugno, ore 18.00, si svolgerà un ciclo di letture ecumeniche della Bibbia, «Leggere l’Ecclesiaste: sapienza e fede. “Dio è in cielo e tu sei sulla terra” (5,1)». Interverranno don Battista Rinaldi (responsabile Ufficio ecumenico della Diocesi di Como) e Stefano D’Archino (pastore evangelico riformato in Bregaglia e Sondrio).

Definito “l’unico libro della Bibbia scritto a sangue freddo” (Joseph-Ernest Renan), l’Ecclesiaste (o Qohelet) è indubbiamente un libro intrigante e ‘affascinante’ della Scrittura ebraica e cristiana.
Tale breve ma denso scritto rappresenta un autentico enigma: dall’identità storica a quella dell’autore, dal contenuto del tutto peculiare e anomalo rispetto all’intera economia veterotestamentaria al linguaggio…

Non si tratta, comunque, di una sorta di trattato dottrinale. L’Ecclesiaste è un maestro di sapienza itinerante, autonomo da ogni scuola e in opposizione alla sapienza antica. Il quale scopre che “sotto il sole” tutto è “vuoto”, “vuoto assoluto”, un “correre dietro al vento”. L’uomo, il singolo, però, deve sempre fare i conti con Dio che stabilisce i tempi; deve averne timore ed essere parco nel parlare (“Dio è in cielo e tu sei sulla terra, le tue parole siano dunque poche, temi Dio”).
Il singolo è sollecitato a godere dei piaceri della vita, un rimedio intermedio alla morte, anche esso dono di Dio; il tempo è circolare e Dio colui che tutto stabilisce – un dato cui ogni individuo deve informare la propria esistenza quotidiana.